GIULIA DOPO IL SUO INTERVENTO DI DITO A SCATTO

 

DITO A SCATTO

Giulia, donna di 55 anni, si reca presso il nostro centro dopo aver subito un intervento di dito a scatto precisamente al 3° dito della mano destra, circa 2 mesi prima. Il chirurgo l’aveva indirizzata presso un’altra struttura non specialistica. Era stata trattata con metodiche troppo invasive e aveva manifestato una condizione di infiammazione e dolore urente specialmente sulla zona della cicatrice e su tutto il palmo.

Sintomi

Il dolore e l’infiammazione le hanno causato un totale deficit dell’uso della mano con una condizione di dipendenza da altri per poter eseguire anche i più semplici e necessari gesti della vita quotidiana.

Diagnosi

Malgrado la sua diagnosi fosse un esito di intervento chirurgico per dito a scatto, la paziente ora presentava una condizione di severa infiammazione, dolore e deficit funzionale, quindi le proponiamo un nuovo percorso riabilitativo.

Trattamento

Per prima cosa le consigliamo in questa prima fase di non sforzare la mano nella vita quotidiana, poi le indichiamo il nuovo percorso specialistico che mirerà a gestire il dolore, l’infiammazione e a ridare la corretta funzionalità della mano. Il programma dovrà essere eseguito per tre volte a settimana, inizialmente, per un periodo tre le 4/6 settimane.

Risultati

Il risultato ottenuto è stato eccellente: sono stati raggiunti tutti gli obiettivi e la paziente Giulia ha potuto riprendere pienamente l’utilizzo della sua mano senza più quel dolore che ormai era soltanto un lontano ricordo.